optionen handel.

Eliana Lista - Poesie

Categoria: Poetando

Eliana Lista – Poesie

 

Presentazione

 

SONO    NON SONO 2013

 

Eliana lo sono

ma è “nemesiel” che mi somiglia.

Un modo di essere

uno stato d’esistere.

Scrivo

da quando ho imparato

che il dolore è una colpa.

E scrivo per essere cieca

gridare e cullare

danzare

e a volte  sussurrare

o per fare silenzio.

Scribacchio di  sogni 

di sentieri distorti

di vestiti mal cuciti

di equilibri mai trovati

del sole e del crepuscolo

che mi spezzano dentro.

Predo le nuvole 

- a fiotti -

odiando il disincanto.

Mi tengo stretta

la  voglia di stupirmi

della banalità dell’ordinario.

 


 

 


 

TANGO

 

 

tango 7                                                                                                                      

                                                                                                                                                                     

 

 

Come il tuo tango
il mio.

Passione dolore
nei nostri passi
rapidi e feroci
in sguardi e lampi
nei rivoli del sangue
e il corpo che obbedisce
a frenesia dell’anima.

Amore che possiede
domina distrugge
Brucia in fiammata i sogni
e risorge ed attacca
caparbio
sfrontato
ferito
dalla sua stessa febbre.

Amore.

Amore senza vinti
amore che ci vince
amore che si ostina
che sa di fiato
e sa di nostalgia
disperato dominio
della fragilitĂ .

Sulle tue note
che stritolano il cuore
pelle padrona
che si ricerca e lotta
che contrapposta ama
che ferisce e inchioda...
Amore
amore
amore.

Viverne.
Morirne.

 

01.10.2014

 

 

 

LA DONNA CHE STAVA ALLA FINESTRA 2012

 

Alla finestra tra i platani

la donna guardava

le donne passare.

 

Miniature

- perse nascoste grigie -
inseguite

da risate sguaiate

su bocche di rubino disfatte

sguardi annacquati
in  notti di baratto e di menzogna.

 

Di tutte

le scarpe trasportavano

il peso della carne

i sogni di farfalla.

 

Nelle albe incolori

nei crepuscoli stanchi

guardava passare le donne

…e  un’altra, riflessa

che aspettava il dopo.

La donna che stava alla finestra

udiva la vita

sfiorare la pelle

ma non  le apparteneva.

 

All’orizzonte il giorno

anche domani

sarebbe stato estraneo

…e lei

un’intrusa.

 

 

ODORE  2013                               

 

Mi attraversa la mente

il tuo odore.

Salta il tempo

ignorando lo spazio

irridendo alle logiche

e al dolore.

Banalità d’amore

che scavo

in tracce di vestiti

e lenzuola sgualcite.

Frenetico ricordo

trapassa  e si fa tana.

Belva e maledizione

che costringe il pensiero

a rimestare nei giorni

tra le ore rubate

all’inverno del mare.

 

Desiderio

divenuto bestemmia.

 

Odore che indosso.

 

Mi costringe

all’ascolto.

 

Inspiro.

 

E di te mi riempio.

 

 

NEL RESPIRO SOSPESO DEL SUD  2009

 

In questi assolati meriggi d'estate
mi pesa il tuo silenzio
stordito di cicale.
E affanno in questa inedia
di un tempo fermo
nel lento sguardo
di un cielo senza nubi,
carico dei respiri
di secoli colti
ed inutili.
Sud... nell'ottusa malinconia
che cozza contro il sole.
Anima mediterranea
che del suo sale riempie
pozzi ormai prosciugati
di risposte dissolte
nelle calme di resa
Odio
questa mia terra amata
che ha radici di zagare amare.
Sud
col sangue nella polvere.

 

 

COL MIO OMBRELLINO ROSA  2009

 

Sul confine
di una terra dove non ho radici
in bilico fra angeli e demòni
sul filo dove ondeggio
col mio ombrellino rosa
e i suoi volants di ricurve emozioni
che ingoiano il tempo senza assaggiarlo mai
- inutile sapore che non sento -
su quel confine
sfilano le rabbie della mente
nel loro defilé di bulimia.
Per stare in equilibrio chiudo gli occhi
cieca sui bordi
di burroni, gole, tempeste
vuoti di solitudini
voli senza una bussola.
Fingo la vita
gelosa amante dei suoi stessi doni
ora... che non c’è tempo e sfoglio un fiore
lasciando che a decidere
sia un petalo e un odore d’altri tempi...
Ma sai che sul confine
non crescono radici.

 

 

DOMANI CHE NON E’ STATO  2011

 

Io sono ciò che non ho fatto
le parole che non ho detto
la sposa dell’uomo
che non ho incontrato...
sono il tempo che non ho vissuto
lo spazio che non ho esplorato.
E con questo non essere
che mi porto addosso
avrò il volto che tu
non vedrai domani.

FreshJoomlaTemplates.com
L'utilizzo degli scritti e delle immagini di questo sito WEB è libero e gratuito.

Si rilascia l'autorizzazione per eventuali usi ma si fa obbligo, senza alcun compenso, di indicare nome
e cognome degli autori. ( Art. 10 DLGS 154/97 )