Le reazioni alle frustrazioni

 

 

Come reagiamo alle frustrazioni 

maurimaz - 01.05.2013

 

Quando qualcosa va male non tutti  reagiscono allo stesso modo.  E alcune di queste reazioni possono essere fortemente disadattanti. Si pensi alla depressione e a ciò che può seguire. O all’aggressività nei confronti dell’ambiente in cui ci troviamo. Un classico è il comportamento del soggetto frustrato in ufficio che sfoga la sua aggressività in famiglia.

Crediamo che sia utile conoscere le diverse reazioni alla frustrazione per individuare quali sono o potrebbero essere le nostre.

 

 

                ===================================

 

 

Un gruppo di persone ha organizzato una serata per stare insieme in modo diverso dall’impegno di lavoro che li unisce.

 

È un gruppo fortemente coeso, sono in sei, giovani,  e tutti e sei sono emotivamente coinvolti nella realizzazione di questo scopo,  ci pensano da tempo e ciascuno ci tiene moltissimo. I motivi personali  sono differenti ma tutti sono in “fibrillazione”.

 

Ed ecco che sul finire della giornata, quando si avvicina l’ora in cui possono ritrovarsi tutti e sei, per esempio, al ristorante o in una sala da ballo o a casa a far baldoria, e già ciascuno pensa a come vestirsi, come mostrarsi diverso ai colleghi e alle colleghe, e soprattutto a come cercare di raggiungere il suo personale obiettivo, ecco che  arriva all’improvviso il capo con un ALTOLÀ, tutto cambiato, nessun permesso perché  bisogna riunirsi subito per via di un’emergenza. Il capo è cordiale, comprende la loro frustrazione, ma l’emergenza è forte, bisogna affrontarla.

Così accade che per il resto delle ore ciascuno dei sei giovani reagisce in modo diverso.

 

Provate a  immedesimarvi nella situazione.

Pensate quale potrebbe essere la vostra reazione e come verosimilmente potrebbe essere il vostro  comportamento durata la serata.

O se volete, scrivete tutte le possibili reazioni, e quindi provate a classificarle per poi confrontarle con queste che seguono e che sono le reazioni dei sei giovani.

 

 

1 – Mariella (30 anni) dice di avere un forte mal di testa e si ritira nella sua stanza.

2 – Sergio (24, il più giovane) è triste, manca della sua solita vivacità, ma è presente alla riunione.

3 – Mario (28), lui in genere comprensivo e accomodante prima della riunione si è arrabbiato come non mai con un usciere.

4 – Angela (26) durante la riunione  spesso fa dell’ironia e contesta l’autorità del capo.

5 – Elena (28) alla riunione si abbuffa di tutte le leccornie salate e dolci  che il capo ha offerto.

6 – Francesco (29) è rimasto come tutti mortificato, poi però si rende conto dell’importanza della riunione, partecipa e contribuisce alle soluzioni.

 

Le reazioni e i comportamenti di questi giovani  rientrano in queste categorie di REAZIONI ALLA FRUSTRAZIONE:

1 - FUGA ( Mariella )

2 - RASSEGNAZIONE  ( Sergio )

3 - AGGRESSIVITA’ INDIRETTA  ( Mario )

4 - AGGRESSIVITA’ DIRETTA  ( Angela )

5 - COMPENSAZIONE  ( Elena )

6 - INTEGRAZIONE  ( Francesco ).

 

A quale di queste categorie appartiene il comportamento che,  conoscendovi, avete ipotizzato come  vostro?

Pensate a qualche frustrazione subita realmente in passato: il comportamento che avete manifestato è simile a quello che avete ipotizzato? 

________________________________________________________

L'utilizzo degli scritti e delle immagini di questo sito WEB è libero e gratuito.

Si rilascia l'autorizzazione per eventuali usi ma si fa obbligo, senza alcun compenso, di indicare nome
e cognome degli autori. ( Art. 10 DLGS 154/97 )